Grip Inc. (Metallo pensante #19)

12 giugno 2010

Frutto di uno dei più memorabili drammi metallici di sempre, i Grip Inc. non hanno goduto e non godono di «buona stampa». Se chiedete, vi risponderanno che sono stati la «vacanza» di Dave Lombardo dagli Slayer, che il chitarrista Waldemar Sorychta è meglio come produttore, che il buon Gus Chambers non canterà più (ucciso da medicinali e alcol nel 2008) e che i bassisti, mea culpa, non se li ricordano. Stop. Io, però, i riffoni muscolari e propulsivi di PoIS me li ricordo quasi tutti e trovo che in pochi casi come questo chitarra e batteria abbiano «cenato» e poi siano andate a ballare insieme (dopo la pietra angolare di Fripp & Giles alla corte del Re Cremisi nel 1969, per la cronaca): dalle pietre rotolanti di Savage Seas (Retribution), allo scapicollo esaltante di Hostage to Heaven (da ascoltare rigorosamente in cuffia e trattenendo il fiato per lo meno da 1’07” a 1’24”), al martellio elastico di Monster Among Us (che a 3’28”, quando i giochi ormai sembrano fatti, si mette a bollire). Nient’altro che thrash? Sì, ma a me con la doppia cassa di Dave Lombardo viene da fare heartbanging.

Grip Inc., Power of Inner Strenght, Steamhammer 1995.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: